LE PAROLE – da: “Le rime di Rutilondo”

M … m … ma … ma …
mamma … mamma …
p … p … pa … pa …
pappa … pappa …

pa … papà … pipì … pupù …
tu e io … io e tu …

 

sono i suoni e le parole
che ogni bimbo sotto il sole
presto prende a balbettare
per conoscere e imparare.

Cane gatto mela pera
siamo in piena primavera,
bello brutto piano forte
con l’estate già alle porte.

Le parole sono cose
agghindate come spose,
le parole son pensieri
forti intrepidi guerrieri.

Sono lunghe sono brevi
son pesanti sono lievi,
sono chiare sono oscure
hanno mille sfumature.

Sono pietre sono spade
fanno strage sulle strade,
sono piume sono gemme
vanno in fila a Betlemme.

Sono magiche davvero,
hanno dentro il mondo intero:
basta farle roteare
aria fuoco terra mare.

Le parole sono amore
quando vengono dal cuore,
quando vogliono umiliare
le parole sono amare.

Se hanno odio oppure rabbia
son per l’anima una gabbia,
se hanno umana comprensione
danno gran consolazione.

Se son fresche, se son sagge
sono spuma sulle spiagge,
se son piene, se son vere
accompagnano a tacere:

sono infatti melodiose
le parole silenziose,
fanno l’uomo un re potente
ad oriente, ad occidente.

Le parole della vita
giocheranno la partita
poi, nel fiato dell’inverno,
parleranno al Padreterno.

Alla fine sempre dentro
nel profondo nostro centro
rimarranno papà … mamma …
a scaldarci come fiamma.

 

Share
This entry was posted in Bambini e ragazzi, Poesia. Bookmark the permalink.

Comments are closed.